PRESA IN GIRO – conclusione

postato in: eventi | 0

E così è finito, è iniziato tutto il 19 dicembre 2013, e in un lampo si è concluso.

Presa in giro, è stato un circuito di gare Boulder che ha unito otto palestre, Posto di Blocco – Tana de l Geco – C.U.S.P.O./Muro duro – Hard Block Caffè – Verso Cai – Prorecco Arrampicata – La Cavallerizza – Boulder Factory, ma come già ben si può immaginare, l’unione tra le palestre diventa insignificante senza le persone che ne fanno parte.

Quello che più mi ha stupito del circuito non è stato tanto la qualità e l’impegno nella realizzazione del tutto (che rimane comunque grandiosa) bensì la risposta entusiasta generale alla novità da parte della gente, ancora una volta ho consolidato l’idea che le persone hanno bisogno di cose nuove, soprattutto di sentirsi immersi in serate adrenaliniche e spensierate in mezzo a fratelli e sorelle apparentemente sconosciuti. La natura umana rimane in ogni contesto una natura avventuriera, spaventata ed attratta in un delicato equilibrio tra il “volerlo fare” ed il “ritirarsi”. Non voglio sviare il senso del discorso, ma nell’attività ludico/sportiva soprattutto in uno sport cosi delicato ed introspettivo come l’arrampicata sportiva, spessissimo capita di riconoscere in non rari sprazzi di lucidità, il reale approccio alla vita delle persone che ci circondano mentre le osserviamo confrontarsi con un passaggio al loro limite, nondimeno ne facciamo spesso motivo di risate e divertimento sulle svariate “tipologie” di scalatore. La correlazione indelebile tra questo discorso e la risposta globale alle novità è molto simile al modo di affrontare una via, un blocco, la vita, di fatto è molto più facile mantenere le abitudini, frequentare le solite palestre, non aprirsi agli altri. Presa in Giro è stata la dimostrazione che gli esseri umani hanno l esigenza di mettersi in discussione, di conoscere, Presa in Giro ha fatto capire che gli umani sono innocenti e bellissimi, tutti coloro che hanno reso possibile con la loro presenza o con il loro lavoro questo circuito, hanno inondato l’aria di propositività, di bisogno di aggiungere la parola “ancora” alla propria vita, hanno dimostrato che la parola FRATELLO può esistere in senso concreto ed è veramente estendibile all’infinita amalgama che contiene l’esistenza, tutto è uno dicono, beh, sono le piccole cose, gli attimi, le cazzate che giorno dopo giorno me lo dimostrano.

Non voglio cadere in sviolinate inutili, i miei non sono complimenti, sono pensieri che non mi hanno permesso di dormire il giovedì notte dopo l’ultima tappa, sono l’emozione che rimane dentro e che per riuscire a sfogare dovresti metterti a correre, in qualsiasi ora del giorno o della notte, dovresti abbracciare qualcuno, dovresti.. non lo so. Giovedì sera non vedevo gruppetti separati, bensì un gruppo enorme di sconosciuti che grazie alla loro spensieratezza hanno impregnato Boulder Factory di un estrema voglia di vivere.

Guardavo il soffitto e pregavo di avere ancora nella mente ognuno di voi,

e quella notte c’eravate tutti.

Vedevo Matteo Parisi, il mio amico e socio col sorriso ed il sangue nelle dita dopo una settimana di tracciatura il giorno prima della gara, vedevo Matteo Faccenda, il mio bellissimo amico venire ad avvitare e svitare, vedevo Andrea Patetta al ceck dei blocchi, vedevo Andrea Bruzzese con le sue torte, vedevo Pierji e la sua geniale tracciatura, vedevo Federico Rimembrana col suo sorriso, vedevo Cristina Siani in stampelle col suo sostegno,  vedevo Sarettah con la sua splendidissima tortina dall’ingrediente misterioso scaduto, vedevo il my friend Simo Raina ed il pretesto delle gare per passare serate insieme, vedevo Il dottore Emanuele Petrullo, mio fratello Tiziano Bortoluzzi, mio fratello (quello vero, di sangue) Matteo Zaccone, vedevo Cedy e Soka roteare sulla testa, vedevo tutta la PRORECCO ARRAMPICATA, Fabio Sciandrello, Andrea Costaguta, vedevo Matteo Gambaro, vedevo Elena Chiappa, Lorenzo Doria (lez), Andy, Milena Rizzi, Diego Ottolini, Emanuele Bruschi, Emanuele Caronis, Guido Doria, Matteo Massaza, Tullio Berzero, CAI Casale, vedevo il Mitico Gabri Moroni ed il suo contributo alla tracciatura della tappa a Trecate, C.U.S. Piemonte Orientale, Muro Duro, vedevo ogni singolo atleta che stappandosi una birra incrociava lo sguardo e sorrideva, vi vedevo tutti, tutti quelli che hanno partecipato, tutti quelli che hanno contribuito anche solo una volta, tutti quelli che ci hanno mandato un saluto. Vi vedevo tutti.

L’anno prossimo saremo ancora piu grandi, saremo ancora piu efficaci e collaborativi. Niente potrà arrestare questa bomba!

Pace.

Zac.

1458489_10202763787887708_4985355863378586038_n 1959515_10202763788887733_8695548401520190131_n

qui riporto le classifiche generali e dell’ultima tappa in Boulder Factory.

PRESA IN GIRO – TAPPA 8 GENOVA

CLASSIFICA GENERALE FINALE

 

Grazie a tutti.

P.s. mi perdonino le persone che ho dimenticato, ma siete tantissimi.


PRESA IN GIRO – ultima tappa!

postato in: eventi | 0

Ci siamo!!!!!!

Giovedì 10 aprile si conclude l’ultima tappa del circuito “PRESA IN GIRO“, evento organizzato in collaborazione con le palestre:

POSTO DI BLOCCO, BOVES

TANA DEL GECO, VOGHERA

C.U.S.P.O./MURO DURO, TRECATE

HARD BLOCK CAFFE’, CASALE MONFERRATO

VERSO CAI, VIGEVANO

PRORECCO ARRAMPICATA, RECCO

LA CAVALLERIZZA, PIACENZA

Un circuito spettacolare di gare BOULDER in cui si è vista una numerosissima partecipazione di fortissimi atleti!

Si disputerà ora la superfinalissima in BOULDER FACTORY - GENOVA, per cui, vi aspettiamo numerosissimi!

 

presa in giro finalissima

 


Avviso!

Avviso!

postato in: avvisi | 0

Si informa la grande famiglia che ad aprile

il 21, il 25 e 26 la palestra rimarrà chiusa!

il 22, 23 e 24 si seguirà il seguente orario: 17:30 / 21:30.

 

a presto!


Blocco in Maschera!

postato in: eventi | 0

grandissima festa!

ringraziamo tutti i partecipanti per il coinvolgimento e le risate, i costumi erano veramente eccezionali!

complimenti al super Pietrino Biagini che primeggia tra gli uomini e Camilla Moroni tra le donne!

foto di Matteo Fantini


Conferme Corsi!

postato in: avvisi | 0

Tutti i partecipanti al nuovo corso di arrampicata sono pregati di confermare la loro presenza via mail! yo!

boulderfactory@gmail.com


1 2 3 4 6